E’ DELL’ ARCHITETTO BARONE IL PROGETTO PER LA CHIESA ORTODOSSA DI NIZZA.

E’ DELL’ ARCHITETTO BARONE IL PROGETTO PER LA CHIESA ORTODOSSA DI NIZZA.

Da “ La Stampa “ del 18 ottobre 2015

E’ dell’ architetto Barone il progetto per la chiesa ortodossa di Nizza.

-La firma di un ligure sul restauro della cattedrale russa-

Sei milioni il contributo del Cremlino. Adesso San Nicola è tornata ai suoi antichi splendori.

Il cielo stellato della volta centrale è tornato a splendere magnifico come un tempo, nascosto per oltre un secolo da una spessa coltre di nero-fumo:

quello delle candele consumatesi via via durante le innumerevoli messe ortodosse

celebrate dal 1912, quando lo Zar Nicola II fece erigere in avenue Nicolas su progetto dell’architetto Prèobrajensky, la cattedrale di San Nicola, cinque cupole “ a bulbo” che rappresentavano Cristo e i quattro Evangelisti, la maggiore chiesa ortodossa mai realizzata fuori dal territorio russo per andare incontro alle esigenze religiose dei nobili che preferivano evitare i rigori dell’inverno moscovita scegliendo climi più miti.

Chiesa ancora oggi emblema di una comunità importante, per il restauro della quale il Governo di Mosca , rappresentato dal Ministro delle proprietà della Russia all’estero ed ex Presidente Dmitrij Medvedev, ha investito forti capitali, non meno di sei milioni di euro.

Ma è grazie ad un architetto di Bordighera, Natale Barone, se la cattedrale, (riaprirà i battenti a Dicembre), restaurata sotto l’egida della Diréction régionale des affaires culturelles, ha potuto riacquistare l’antico splendore.

Lo stesso direttore dei lavori, Luca Bollo, raccontava quanto sia stato impegnativo ma altrettanto entusiasmante , ricoprire gli antichi tesori che si celavano sotto ad un manto di muffe e batteri deteriorati da decenni.

Sono state utilizzate metodiche all’avanguardia come l’uso delle nano-tecnologie:

consolidanti che “fissano la pellicola pittorica originale ed il substrato-spiegano i tecnici-

consentendo, nel contempo, di rimuovere ciò che deturpa”.

Ed è attuando tale procedimento che anche icone preziose danneggiate da disgregamento, fuliggine e altri fenomeni, sono state restituite al mondo nella loro piena bellezza.

L’incarico, conferito mediante una gara internazionale, è stato assegnato alla società “Europroject France” dell’architetto Barone.

Iniziati a maggio del 2014 i lavori non hanno rispettato la tabella di marcia soltanto in occasioni speciali come a gennaio , quando la comunità russa ha celebrato il Natale.

Restauro che si è concentrato anche sulle grandi Croci che sovrastano le cupole sottoposte ad una nuova doratura mantenendo inalterate le caratteristiche del passato.

E restauro è stato anche per le composizioni delle parti esterne:

pietra della Turbie, maioliche originali, tegole di terracotta smaltata.

“Interventi mirati soprattutto a non snaturare mai l’essenza della stessa cattedrale”,

spiega Barone.

L’ultimo ed unico restauro risale al 2001: allora si risanarono le cupole.

Oggi , 103 anni dopo la sua realizzazione e la conferma, nel 2010, che la proprietà dell’area e di tutti gli arredi sacri appartengono definitivamente alla Russia,

ecco che la cattedrale riacquista tutto il suo fascino.


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.